Vuoi prevenire l’acne giovanile? La niacina è un ottimo rimedio

Una delle tipologie più frequenti di acne è l’acne giovanile, un disturbo dermatologico che colpisce generalmente ragazzi e ragazze con un’età compresa tra i 12 ed i 18 anni. Questo tipo di acne è definita polimorfa in quanto caratterizzata dalla compresenza di comedoni, papule e pustole.

Le cause dell’acne giovanile possono essere di differente natura e variano dallo stress, alla familiarità, all’uso prolungato e spropositato di prodotti cosmetici eccessivamente coprenti. I ragazzi che sono affetti da acne giovanile hanno una maggior sensibilità allo stimolo ormonale rispetto ad altri e questo comporta la comparsa di pustole sulla pelle.

Per prevenire l’acne giovanile è importante seguire alcuni accorgimenti. E’ fondamentale che la detersione della pelle avvenga in maniera corretta e per fare questo bisogna evitare di detergere la pelle troppo frequentemente e di utilizzare prodotti schiumogeni.

Acne giovanile e niacina

La niacina, meglio nota come vitamina B3, è una componente molto importante nella lotta contro l’acne giovanile. L’assunzione di niacina è infatti consigliata per la prevenzione e la cura di questo disturbo dermatologico.

La vitamina B3 ha molti benefici per l’epidermide tanto che negli ultimi tempi sono diventate particolarmente gettonate tutte le creme a base di niacina, così come gli integratori alimentari che la contengono. Se vuoi sapere maggiori informazioni, ti consigliamo di leggere anche il nostro articolo Vitamina B3 a cosa serve. Di seguito sono descritte le principali azioni positive svolte da questa vitamina.

Regola la produzione di sebo

La vitamina B3 è ideale nel trattamento di pelli seborroiche in quanto regola la produzione di sebo, evitando che questo si produca in quantità eccessive. Una minore quantità di sebo è sinonimo di minor comparsa di pustole e brufoli sulla pelle.

Elimina i segni dell’acne

Molto spesso questo disturbo dermatologico si caratterizza per la presenza di numerosi segni dovuti all’acne. Attraverso l’assunzione di vitamina B3 è possibile ridurre la loro visibilità in quanto essa ha un potere tale da eliminare o quantomeno ridurre fortemente le cicatrici, i segni e le macchie.

Disinfiamma la pelle

La pelle di chi soffre di acne giovanile è molto spesso infiammata. La niacina gode di ottime proprietà antinfiammatorie, in grado di diminuire gli arrossamenti e le irritazioni legate agli sfoghi di natura dermatologica.

Fonti naturali di niacina

La vitamina B3 può essere assunta attraverso una dieta corretta ed equilibrata. Mangiare correttamente e ridurre per quanto possibile lo stress sono due passi fondamentali per combattere l’acne giovanile ed assistere alla progressiva scomparsa del problema.

Le principali fonti naturali di vitamina B3 sono la carne rossa, la carne bianca e le frattaglie. Molto ricchi di niacina sono inoltre il latte, il formaggio ed i cereali integrali. Qualora la dieta non dovesse risultare sufficiente si può decidere di assumere degli integratori alimentari a base di niacina, ricordando che questi non devono essere intesi come sostituti di una dieta sana ed equilibrata.