Tra i servizi più importanti di una manutenzione periodica della caldaia bisogna parlare della pulizia. Si tratta di un intervento essenziale per garantire il corretto funzionamento della caldaia e la sua lunga vita. Per capire come si fa e ogni quanto prenotarla, basta continuare a leggere.

I residui da eliminare

È indispensabile che un valido tecnico caldaie a Roma intervenga per la manutenzione e assistenza periodica che include anche la pulizia dell’apparecchio. Si tratta di un servizio che ha lo scopo di rimuovere tutto lo sporco depositato all’interno della caldaia prima che sedimenti E Si solidifichi.

Con la normale attività della caldaia per produrre acqua calda sanitaria, è normale che si generino anche Dei prodotti di scarico iniziando dalla fuliggine. A questo fitto deposito scuro che ricopre tutti i componenti della caldaia nonché le pareti delle canne fumarie, si aggiunge anche della normalissima polvere. Questa entra nel momento in cui la caldaia risucchia nella semplice aria dall’esterno per avviare la combustione del gas.

Inoltre, i residui sono composti di impurità che il gas trasporta come se all’interno della camera di combustione. Infine, bisogna anche fare i conti come il calcare, un minerale naturalmente presente ovunque c’è acqua.

Come si esegue la pulizia

Rimuovere tutta questa sporcizia, il tecnico caldaie a Roma per la manutenzione e assistenza periodica utilizza una potente aspiratore. Tutto lo sporco va rimosso prima che solidifichi perciò occorre una pulizia molto precisa. Per farlo il tecnico può avvalersi di altre strumentazioni come uno sgrassatore, un prodotto acido contro il calcare, una spazzola con denti di ferro e via dicendo. Lo scopo è quello di rimuovere ogni singolo residuo liberando i componenti della caldaia che quindi funzionano meglio e più a lungo.

Ogni quanto prenotare la pulizia

Un valido tecnico caldaie a Roma per la manutenzione e assistenza periodica dovrebbe intervenire all’incirca una volta l’anno. È un errore molto grave ritardare gli interventi di pulizia perché i residui potrebbero sedimentarsi e solidificarsi fino a compromettere la funzionalità degli elementi interni della caldaia, mandandola addirittura in blocco.

Di Grey