Perché piace il suono del sassofono

La musica è una forma d’arte in grado di produrre effetti positivi sulla mente nostra mente e suscitare di noi diverse emozioni, dall’allegria alla tristezza, dalla gioia alla malinconia.

Uno degli strumenti amato da sempre è il sassofono, uno elemento musicale a fiato, che con il suo timbro caldo e suadente, è in grado di affascinare ed avvolgere in un turbinio di emozioni.

Non parliamo di un semplice oggetto di metallo, ma di una estensione ed espressione, dell’animo di chi lo suona, trasmette le sensazioni dell’esecutore con una maestria elegante, ma allo stesso tempo malinconica, quasi struggente.

E’ uno dei pochi strumenti che trova posto in qualsiasi tipo di musica anche quella contemporanea, da quella classica, passando dal genere rock, al rap, dal blues al punk, anche se assume una posizione di prestigio nelle band di musica jazz o swing, la sua presenza è indispensabile per dare il giusto timbro a qualsiasi esecuzione.

Estremamente versatile è in grado di riprodurre una maggiore varietà timbrica rispetto agli altri strumenti a fiato, dal suono dolcissimo, per trasmettere le emozioni più diverse per i vari stati d’animo, ai suoni mesti per i momenti cupi e malinconici.

Con un solo strumento si possono alternare attimi di tristezza a quelli allegri e ricchi di vitalità.

Protagonista in un assolo, il suo suono si fonde perfettamente con gli altri strumenti a fiato, per creare una musica armoniosa e più completa.

E’ rimasto negli anni uno strumento in grado di sedurre non solo i musicisti, ma anche una larga fascia di pubblico, che resta affascinata dalle note che produce, è in grado di suscitare sensazioni positive sia in chi lo suona che in chi l’ascolta.