La pressione della caldaia è un valore essenziale che deve essere molto preciso se vuoi che svolga il suo lavoro di produzione dell’acqua calda. In questa breve guida potrai scoprire subito qual è il valore corretto della pressione e anche che cosa succede quando è troppo alta o troppo bassa.

Pressione della caldaia: qual è il livello corretto

Quando si parla di pressione della caldaia, sappi che il livello corretto è tra uno e due bar. Tuttavia, questa è una misura approssimativa che va bene per ogni caldaia. Se vuoi sapere la pressione corretta, meglio però controllare quanto indicato sul manuale di istruzioni.

L’indicatore deve sempre trovarsi in questo intervallo altrimenti, in caso di eccessi o difetti, potresti rilevare no pochi problemi che, soprattutto nella stagione fredda, sono pesanti da sopportare.

Pressione troppo alta: cosa succede

Se la pressione è troppo alta, cioè superiore a due bar, potresti avere problemi come perdite di acqua dalla caldaia stessa o dai caloriferi. Nel primo caso, si tratta di un meccanismo automatico della caldaia, la quale apre una valvola per far uscire un po’ di acqua in eccesso quando la caldaia supera i tre bar durante l’accensione.

Per regolare la pressione è sufficiente sfiatare i caloriferi, cioè aprire la valvola per far uscire un po’ di acqua in eccesso.

Pressione troppo bassa: cosa succede

Se il livello della pressione è insufficiente, allora puoi notare problemi come la mancata produzione di acqua calda per il sistema idraulico e termo idraulico. In altre parole, non esce acqua calda dal rubinetto e i caloriferi restano accessi. La causa è legata alla pressione dell’acqua insufficiente, talmente tanto bassa che no è in grado di attivare la fiamma pilota del dispositivo.

Se la pressione è bassa, ma non troppo, i problemi potrebbero semplicemente essere dei tempi più lunghi per avere acqua calda e termosifoni caldi. Infatti, potrebbe volerci un po’ di tempo perché l’acqua raggiuga la giusta pressione e faccia accendere la fiamma pilota.

Se desideri avere ulteriori approfondimenti, vai su www.caldaieroma.eu/assistenza-caldaie-roma-est/

 

Di Grey