Campanelli d’allarme del bullismo: quali sono

Ecco quali sono i campanelli d’allarme che gli esperti di minori come psicologi ma anche investigatore privato a Roma hanno indicato come rilevatori di un problema come il bullismo, sempre più preoccupante all’interno di scuole e non solo.

Perde libri di scuola. Se tuo figlio torna a casa dicendo che ah perso il libro , il diario, l’astuccio o simile, forse è il caso di verificare. Spesso, infatti, capita che il materiale scolastico venga danneggiato dai bulli e quindi viene nascosto o buttato via per evitare che i genitori se ne accorgano.

Cambia le abitudini a tavola. Nell’adolescenza è abbastanza normale che i ragazzi hanno comportamenti particolari a tavola, ma mangiare di più o meno può anche esser scatenato dalle prese in giro da parte dei compagnia a scuola. Può esser che le prese in giro a scuola derivino da un perso corporeo eccessivo che quindi porta al digiuno. Viceversa, i ragazzi magrolini possono esser presi in giro per la loro fisicità smilza e quindi il ragazzo mangerà di più.

Perde giacca e simili. Per i vestiti, capita un po’ la stessa cosa del materiale scolastico. Se tuo figlio perde costante la giacca o simili, forse l’ah solo fatta sparire perché rovinata, strappata e lisa durante un attacco dai bulli.

Il telefono “scotta”. È abbastanza normale che lo smartphone dei ragazzi sia “bollente” cioè riceva un’infinità di messaggi, chiamate, squilli, notifiche etc. Potrebbe però trattarsi di rese in giro e no solo di innocue conservazioni tra ragazzi.

Ha sbalzi d’umore. Nell’adolescenza sono abbastanza comuni gli sbalzi umore e i cambiamenti repentini dello stato d’animo. Se però le crisi di rabbia e di pianto sono frequenti, sarebbe il caso di indagare a fondo per capire qual è la causa scatenante.

È spesso solo. I ragazzi vittime di bullismo sono spesso isolati poiché hanno si allontanano per paura di esser presi di mira dai bulli della scuola. Soprattutto chi aveva già pochi amici, è facile che resti da solo per colpa delle vessazioni subite.